UN CLASSICO SENZA TEMPO

war-and-peace_0

Chiudete gli occhi e immaginatevi San Pietroburgo, il palazzo d’inverno con il suo splendido salone per le feste. Immaginatevi il ballo organizzato dallo zar e lì fra tante ragazze c’è lei la contessina Natasha Rostova che non vede l’ora di danzare con quello che crede il suo principe azzurro Andrej Bolkonskij. Entusiasta e intimorita dai suoi sentimenti, la bella Natasha cerca l’approvazione del caro amico d’infanzia Pierre Bezuchov, segretamente innamorato di lei.

Questo il triangolo amoroso protagonista di Guerra e Pace, un classico senza tempo. Un classico che è tornato in scena sui teleschermi europei grazie alla miniserie prodotta dalla BBC e andata in onda in Italia su Canale 5.

Devo essere onesta, adoro questa storia, anche se non ho mai letto il libro, adoro il modo in cui l’intreccio narrativo è in perfetta simbiosi con gli avvenimenti storici e adoro le vicende di Natasha perché in fondo raccontano un qualcosa che è capitato a tutte noi.

Per chi non conoscesse la storia Guerra e Pace, capolavoro di Lev Tolstoj, narra di un gruppo di famiglie aristocratiche russe durante la guerra napoleonica. Gli avvenimenti narrati coprono il periodo che va dal 1805 al 1814, ossia dalla battaglia di Austerlitz fino all’incendio di Mosca. La protagonista, l’ho abbiamo detto è Natasha, innamorata e promessa sposa del principe Andrej, entrambi sono amici del buon Pierre, ragazzo timido e impacciato. Come figlio naturale di un conte ricchissimo, Pierre eredita una vera e propria fortuna. Quest’ultima attira la bella e spregiudicata principessa Helen Kuragin che insieme a suo fratello Anatole seminerà zizzania qua e là. Ma Pierre è innamorato della sua amica d’infanzia Natasha, la quale lo guarderà mai con occhi diversi? Ben presto la guerra e Napoleone che marcia diretto su Mosca metteranno tutto in discussione.

Il binomio guerra e pace fa da collante a tutti gli avvenimenti narrati. Guerra come battaglia, come morte, ma anche come scontro fra sentimenti. E pace.

Pace necessaria dopo la guerra e pace dell’anima. Come dice Pierre è necessario vivere, è necessario amara, anche se il tuo mondo sta crollando, è necessario avere fiducia nel futuro.

guerra e pace

Quest’ultimo adattamento della BBC per la regia di Tom Harper è stato perfetto, mi è piaciuta anche Lily James nei panni di Natasha anche se credo che come l’ha interpretata Audrey Hepburn nel film del 1956 nessuno riuscirà a superarla.

Adesso devo andare a procurarmi il libro. Non ho più scuse. È arrivato il tempo di leggerlo.

guerra-pace-hepburn-1030x605

2 risposte a "GUERRA E PACE"

  1. Federico Aviano ha detto:

    Ti ringrazio per il breve ed esplicativo articolo, mi hai convinto a seguire la serie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: