Quando la regina dei gialli Agatha Christie incontra uno dei migliori registi inglesi Kenneth Branagh viene fuori un film che non ti aspetti.

Credo che tutti conosciamo la storia dell’assassinio sull’oriente express, uno dei capolavori dell’autrice inglese che lo scrisse nella sua camera d’albergo durante un suo soggiorno a Istanbul nel lontano 1934. Non tutti però avrebbero dato alla vicenda la chiave di lettura che ne ha dato Branagh. A mio parere è riuscito a cogliere quelle sfumature sul concetto di vendetta e giustizia che la stessa Christie ha voluto evidenziare nel romanzo.

Protagonista della vicenda è Hercule Poirot (interpretato da Kenneth Branagh), bizzarro detective belga, che concluso un caso di furto a Gerusalemme programma una vacanza a Istanbul. A causa di un contrattempo il povero ispettore è costretto a rientrare prima del previsto a Londra, fortuna vuole che grazie ad una vecchia conoscenza riesca a trovare posto su una carrozza di prima classe dell’oriente express. Qui Poirot fa la conoscenza dei suoi compagni di viaggio: la missionaria Pilar Estravados (interpretata da Penelope Cruz), lo strano professore austriaco Gerhard Hardman (interpretato da William Dafoe), la principessa russa Natalia Dragomiroff (Judi Dench), il misterioso uomo d’affari americano Samuel Ratchett (Johnny Depp), Hector Macqueen assistente di Rachett, Mr Beddoes (Derek Jacobi) il maggiordomo di Rachett, il dottor Arbuthnot affascinante medico di colore, Caroline Hubbard (Michelle Pfeiffer) vedova intraprendente, l’istitutrice Mary Debenham (Daisy Ridley che ritroveremo nei panni di Rey nella nuova saga di Guerre Stellari), la contessa Helena Andrenyi col marito Rudolph, il venditore di automobili Beniamino Marques, Olivia Colman cameriera personale della principessa e Pierre Michel controllore a bordo dell’oriente express. Durante una notte Mr Ratchett viene assassinato con 12 pugnalate, contemporaneamente una valanga blocca la corsa dell’oriente express e Poirot ne approfitta per indagare e scoprire chi è l’assassino di Rachett. Quest’ultimo in realtà si chiamava John Cassetti e molti anni prima era stato coinvolto in un brutto caso di cronaca nera dove una bambina era stata uccisa. A poco a poco Poirot scoprirà che tutti i passeggeri della carrozza sono collegati alla morte della bambina.

Chi è l’assassino? Come ogni libro di Agatha Christie è la persona più improbabile. Film fatto bene, interpretato bene, scenografie e costumi perfetti. Film da vedere assolutamente se non conoscete la storia e poi era dei tempi di Harry Potter che non si vedeva una concentrazione di vecchie e nuove glorie del cinema tutte insieme.

assasinio sull'oriente express

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: