GILMORE GIRLS

Nella mia personale top ten di serie televisive, UNA MAMMA PER AMICA, occupa sicuramente il primo posto. Credo di essere stata fra i pochi ad averla scoperta nella lontana estate del 1999, quando canale cinque iniziò a trasmetterla nel primo pomeriggio.

Fu amore a prima vista. Da allora non so quante volte l’ho rivista.

Potete immaginare la mia euforia all’apprendere che Netflix aveva acquistato i diritti e stava organizzando la realizzazione di quattro nuovi episodi che avrebbero costituito quel finale che era rimasto aperto nella serie andata in onda dieci anni fa.

Nella nuova serie trasmessa da Netflix la storia si snoda lungo un anno e ogni episodio ha il titolo di una stagione, Inverno, Primavera, Estate e Autunno. Non avendo Netflix ho chiesto a mia sorella di prestarmi il suo account e così in un tempestoso fine settimana messinese mi sono catapultata a Stars Hollow.

Nella ridente e immaginaria cittadina del Connecticut nulla è cambiato. Nella piazza principale il gazebo bianco regna incontrastato, Miss Patty continua le sue lezioni di danza e a tenere vivo insieme a Babette il gossip in città. C’è Kirk che continua a cercare l’impiego perfetto, c’è ancora Gipsy e la sua officina, c’è il negozio d’antiquariato della signora Kim, c’è il locale di Luke e c’è sempre Taylor Doose, sindaco della città, con le sue assemblee cittadine, il tutto accompagnato dalla colonna sonora del menestrello locale.

Neanche le nostre ragazze Gilmore sono cambiate. Lorelai (Lauren Graham) ha una relazione stabile con Luke (Scott Patterson) e continua a gestire con successo la sua locanda anche se Sookie e Michel vorrebbero provare nuove esperienze. Rory (Alexis Bledel) fa la giornalista freelance e si divide fra Londra e New York continuando a frequentare le sue amiche di sempre, Paris e Lane. Madre e figlia continuano a scambiarsi battute esilaranti e a citare film, libri e canzoni e ad essere protagoniste di una sceneggiatura brillante e ben scritta.

In realtà qualcosa è cambiato nella vita delle nostre ragazze una grave perdita le ha segnate, la morte di Richard (l’attore Edward Herrmann è deceduto l’anno scorso). La cosa provoca in Lorelai una profonda crisi esistenziale che la condurrà all’ennesimo scontro con la madre Emily. Anche per quest’ultima la morte del marito sarà una dura prova da affrontare. Ma anche Rory avrà le sue complicazioni tra il lavoro che la porterà a diventare il direttore del quotidiano di Stars Hollow e l’infinita storia con Logan fatta di alti e bassi.

Sia Lorelai che Rory attraverseranno una crisi esistenziale. Quella di Lorelai nasce dal mancato rapporto col padre la cui morte le fa capire che è tempo di crescere, di assumersi le proprie responsabilità e di smettere di essere l’eterna adolescente. Rory è in crisi a causa del lavoro. La sua carriera giornalistica non è mai decollata e lei si sente una fallita. Sarà Jess a farle capire qual è la sua strada.

Alla fine tutto si conclude per il meglio. La storia di Lorelai avrà il finale che tutti noi abbiamo sempre sperato, mentre Rory ci sorprenderà.

DSC04424

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...